Studio Associato S.r.l. | News
ULTIMI AGGIORNAMENTI
Archivio
Ultimi Aggiornamenti
  •  

    Il 26 02 2024 è stato approvato il Decreto che introduce le agevolazioni fiscali dell’Industria 5.0 Diventerà operativo solo dopo l’emanazione di due decreti attuativi (atteso entro fine marzo) La dotazione patrimoniale è di 6,3 miliardi di Euro Investimenti agevolabili: Beni strumentali materiali (macchinari, impianti, macchine utensili, robot, magazzini) ed immateriali (software) energie rinnovabili (fotovoltaico), nell’ambito dei programmi di innovazione per un importo superiore a 40.000€ possono essere agevolati impianti per autoproduzione energia con maggiorazioni al 120% e 140% …

  •  

    Poggia su tre pilastri il “Piano 5.0” con tre i nuovi crediti d’imposta: Acquisto di beni strumentali materiali o immateriali 4.0, spese per la formazione del personale in competenze per la transizione verde e acquisto di beni necessari per l’autoproduzione e l’autoconsumo da fonti rinnovabili a esclusione delle biomasse. In arrivo il decreto-legge del Ministero delle imprese e del Made in Italy che conterrà le coordinate del Piano 5.0 e che renderà immediata l’operatività delle tre agevolazioni, in quanto, …

  •  

    Per gli investimenti agevolati non è necessario indicare la norma di riferimento sul Ddt se la fattura del fornitore, debitamente annotata, richiama gli estremi del documento. Lo chiarisce il Mef nella risposta ad un question time in commissione Finanze alla Camera che supera, in un’ottica di semplificazione, le rigide regole indicate dalle Entrate nella risposta 270/2022. Con la risposta al question time 5-01787, l’Amministrazione finanziaria torna ad occuparsi di un adempimento particolarmente laborioso posto a carico delle imprese che effettuano investimenti in beni …

  •  

    disponiamo di importanti clienti imprese private interessate all’acquisto, immediato, di crediti fiscali provenienti da bonus edilizi, nel dettaglio: •        Crediti già presenti nel cassetto fiscale •        Acquisto solo da imprese – NO privati •        Offerta e contrattualizzazione entro 10 giorni lavorativi con liquidazione rapida •        Acquisto solo annualità 2024 + eventuale opzione per annualità 2025 •        Non è gestibile l’acquisto dell’intero cassetto fiscale •        Importo minimo crediti d’imposta annualità 2024 di 50.000€ Resto a disposizione per chiarimenti …

  •  

    Il nuovo Decreto Sud dà il via dal 1° gennaio 2024 alla Zona economica speciale per il Mezzogiorno o ZES unica, che ricomprenderà i territori delle regioni Campania, Abruzzo, Basilicata, Calabria, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna. Tra le principali novità, la possibilità per le imprese del Sud di accedere al credito d’imposta e l’istituzione del portale web della ZES unica, che fornirà tutte le informazioni sui benefici riconosciuti alle imprese e garantirà l’accessibilità allo sportello unico digitale ZES, denominato S.U.D. ZES, nel quale confluiranno tutti …

  •  

    (Nel piano del Mimit aumento delle aliquote – obiettivo 40% – per progetti avanzati su digitale e green) Arriva il nuovo Piano a sostegno della transizione dei processi produttivi verso un modello di produzione efficiente dal punto di vista energetico, sostenibile e basato sulle fonti rinnovabili Grazie al RePowerEU per il biennio 2024-2025 si avranno ulteriori 6,3 miliardi di euro a disposizione della digitalizzazione delle imprese, risorse queste che si sommeranno a quelle già previste per il piano Transizione …

  •  

    Dicitura Nuova Sabatini e modalità di correzione in caso di mancato inserimento: le ultime modifiche alla FAQ 10.7, sul sito del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, sanciscono l’impossibilità di sanare l’assenza del CUP nella fattura del fornitore con il suo inserimento nella causale di pagamento del relativo bonifico. CUP e dicitura devono essere apposti esclusivamente sui documenti di spesa. Le nuove disposizioni si riferiscono alle domande presentate a partire dal 22 aprile 2023, con fatture emesse dal primo giugno 2023.  Lo prevede l’art. 5, comma 6, del decreto legge 24 febbraio 2023, n. …

  •  

    Scade il prossimo 30.11.2023, il termine per effettuare gli investimenti agevolabili ai fini del credito d’imposta spettante per l’acquisto di beni strumentali nuovi prenotati entro il 31.12.2022, ossia per i quali entro tale ultima data è stato accettato l’ordine da parte del fornitore e versato un acconto pari almeno al 20% del costo del bene strumentale. La scadenza di fine mese opera per gli investimenti riferiti a: beni materiali e immateriali generici, che danno diritto a usufruire di un credito d’imposta pari al 6% del costo, ai sensi dell’articolo 1, comma 1055, L. 178/2020; beni …