Studio Associato S.r.l. | Credito d’imposta per investimenti strumentali nel Mezzogiorno: agevolabile anche il leasing e cumulabile con il super ammortamento
ULTIMI AGGIORNAMENTI
Archivio

Credito d’imposta per investimenti strumentali nel Mezzogiorno: agevolabile anche il leasing e cumulabile con il super ammortamento

Settembre 16, 2016

Credito d’imposta e super ammortamento per investimenti strumentali mediante operazioni di leasing: i benefici si sommano.

 

Si tratta di un doppio contributo fiscale: 

  1. Con il super ammortamento è stato introdotto un meccanismo di agevolazione che consente alle imprese di maggiorare il costo di acquisizione dei beni materiali strumentali del 40%, al fine della determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing. L’incentivo spetta a fronte degli investimenti materiali (impianti, macchinari e attrezzature, con esclusione di fabbricati e costruzioni.) effettuati dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016. 
  1. Con il credito d’imposta per le aree svantaggiate (che premia le “operazioni” effettuate in Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2019), previsto dalla legge di Stabilità (legge 208/2015). L’azienda matura un credito d’imposta pari al 20% dell’investimento.

 

Come specificato nella Legge di stabilità 2016, sono agevolabili gli investimenti, facenti parte di un progetto di investimento iniziale (..) relativi all’acquisto, anche mediante contratti di locazione finanziaria (leasing), di macchinari, impianti e attrezzature varie destinati a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nel territorio”. In particolare, sono agevolabili gli investimenti relativi: alla creazione di un nuovo stabilimento, all’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente, alla diversificazione della produzione di uno stabilimento per ottenere prodotti mai fabbricati precedentemente, a un cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente, o per le grandi imprese quelli a favore di una nuova attività economica.

Ulteriori requisiti perchè un investimento sia agevolabile sono:

  1. La strumentalità del bene all’attività esercitata dall’impresa beneficiaria del credito d’imposta.
  2. La novità, in quanto i beni devono essere nuovi;
  3. Essere beni di uso durevole ed atti ad essere impiegati come strumenti di produzione all’interno del processo produttivo dell’impresa.
  4. Essere destinati a strutture produttive situate nel territorio delle aree individuate dalla norma.
  5. Essere avviati tra il 1 gennaio 2016 e il 31 dicembre 2019.

 

Un esempio numerico aiuta a comprendere il doppio contributo fiscale nell’ammortamento dell’operazione con il leasing:

leasing-con-credito-dimposta-e-super-ammortamento

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri 1.930 iscritti.