Studio Associato S.r.l. | Finpiemonte: bando destinato al sostegno progetti ed investimenti per l’innovazione, la sostenibilità ambientale, l’efficienza energetica e la sicurezza nei luoghi di lavoro
ULTIMI AGGIORNAMENTI
Archivio

Finpiemonte: bando destinato al sostegno progetti ed investimenti per l’innovazione, la sostenibilità ambientale, l’efficienza energetica e la sicurezza nei luoghi di lavoro

febbraio 17, 2019

Finpiemonte

 

Bando per l’accesso al Fondo PMI, destinato al sostegno di progetti ed investimenti per l’innovazione, la sostenibilità ambientale, l’efficienza energetica e la sicurezza nei luoghi di lavoro

 

Nuovo Fondo PMI: domande dal 25 gennaio 2019

La Regione Piemonte, con Determinazione Dirigenziale n. 18 del 21 gennaio 2019, ha approvato il Bando per l’accesso al Fondo PMI, destinato al sostegno di progetti ed investimenti per l’innovazione, la sostenibilità ambientale, l’efficienza energetica e la sicurezza nei luoghi di lavoro realizzati da Micro, Piccole e Medie Imprese.

 

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese non identificabili come “imprese in difficoltà”.

 

Viene agevolata l’acquisizione di attivi materiali e/o immateriali finalizzata alla diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi o la trasformazione radicale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente.

 

Sono ammessi gli investimenti avviati dopo la presentazione della domanda telematica, relativi a:

  • acquisto di impianti, macchinari e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo e l’acquisto in proprietà di software, strumentali al progetto di innovazione;
  • installazione e posa in opera degli impianti (a titolo di esempio le opere elettriche ed idrauliche), incluse le opere murarie, di esclusivo asservimento degli impianti/macchinari oggetto di finanziamento, nel limite del 20% degli investimenti ammessi di cui al precedente punto 1;
  • servizi di consulenza gestionale, di assistenza tecnologica, di trasferimento di tecnologie, consulenza in materia di acquisizione, protezione e commercializzazione dei diritti di proprietà intellettuale e di accordi di licenza, consulenza sull’applicazione delle norme, nel limite del 20% del totale delle spese ammissibili;
  • acquisto di licenze, brevetti, know-how o di conoscenze tecniche non brevettate strumentali al progetto di innovazione (nel limite del 10% dell’importo totale ammesso).

Tra le principali novità, rispetto al Bando precedente, l’incremento dell’agevolazione, con le seguenti modalità:

  • incremento dal 50% al 60% (con un limite massimo di 850.000 euro) della percentuale di finanziamento agevolato erogato con risorse POR FESR,
  • incrementabile fino al 75% a seguito del conseguimento di determinate premialità;
  • una agevolazione aggiuntiva nella forma di un contributo in forma di abbuoni parziali di interessi, calcolati in base agli interessi passivi, previsti dal piano di ammortamento redatto dalla banca co – finanziatrice.