Studio Associato S.r.l. | “Bando Al Via” per gli artigiani finanziato da Regione Lombardia
ULTIMI AGGIORNAMENTI
Archivio

“Bando Al Via” per gli artigiani finanziato da Regione Lombardia

febbraio 17, 2019

 

Contributi a fondo perduto fino a 30.000,00 € per investimenti in: macchinari, impianti, attrezzature, hardware, software, marchi e/o brevetti.

 

È in arrivo a febbraio 2019 il nuovo “Bando Al Via” per gli artigiani finanziato da Regione Lombardia

 
Bando al Via per gli artigiani di tutti i settori, per imprese attive da almeno 24 mesi, concede contributi a fondo perduto del 40% fino a 30.000,00 € per investimenti in: macchinari, impianti, attrezzature, hardware, software, marchi e/o brevetti.
Previsto da febbraio 2019, il nuovo Bando al Via per gli Artigiani finanziato da Regione Lombardia.
Contributi per gli investimenti finalizzati all’ottimizzazione e all’innovazione dei processi produttivi delle micro, piccole e media imprese manifatturiere, edili e dell’artigianato – criteri per l’attuazione dell’iniziativa

 

Finalità
Allo scopo di sostenere le micro, piccole e medie imprese manifatturiere, edili e dell’artigianato le finalità del Bando è la realizzazione di investimenti produttivi, incluso l’acquisto di impianti e macchinari inseriti in adeguati programmi di investimento aziendali volti a:

  • Ripristinare le condizioni ottimali di produzione
  • Massimizzare l’efficienza nell’acquisto di fattori produttivi, quali l’energia e l’acqua
  • Ottimizzare la produzione e gestione dei rifiuti favorendo la chiusura del ciclo dei materiali

 

Dotazione finanziaria 6.000.000 euro – Bilancio 2019

 

Soggetti beneficiari

Tutte le micro, piccole e medie imprese manifatturiere, edili e dell’artigianato con sede operativa o unità locale in Lombardia

  • Artigianato: sono escluse le imprese afferenti al codice Ateco sezione A (Agricoltura, Silvicoltura e Pesca)
  • Manifatturiero: sono ammesse le imprese con codice Ateco sezione C
  • Edilizia: sono ammesse le imprese con codice Ateco sezione F (Costruzioni)

Il codice Ateco deve essere quello primario riferito alla sede operativa o all’unità locale oggetto di intervento

Interventi ammissibili
Sono ammissibili investimenti in impianti, macchinari e attrezzature innovativi finalizzati all’ottimizzazione e all’innovazione dei processi produttivi.
Gli interventi devono essere realizzati unicamente presso la sede operativa o unità locale ubicata in Lombardia, oggetto di intervento.
Ciascuna impresa potrà presentare una sola domanda a valere sulla misura
Gli interventi dovranno essere realizzati e rendicontati entro il termine massimo del 18 dicembre 2019

 

Spese ammissibili
Acquisto e relativa installazione (ivi compresi montaggio e trasporto) di nuove immobilizzazioni materiali e immateriali, come definite agli articoli 2423 e seguenti del Codice Civile, che riguardano:

  • a) Macchinari, impianti e attrezzature strettamente funzionali alla realizzazione del programma di investimento e finalizzati agli investimenti ammissibili
  • b) Hardware e software e licenze correlati all’utilizzo dei beni materiali di cui alla lettera a)
  • c) Marchi e brevetti
  • d) Opere murarie connesse all’installazione dei beni materiali di cui alla lettera a)

 

Intensità d’aiuto e livelli di investimento
Il Bando prevede un contributo del 40% di intensità di aiuto a fondo perduto, in regime “De Minimis”. L’investimento minimo ammissibile è di 15.000€ con un contributo massimo concedibile di 30.000€ (investimento ottimale per massimizzare il contributo: 75.000)
Tipologia del contributo e istruttoria

Il contributo è a fondo perduto con procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di invio telematico al protocollo della richiesta e con graduatoria finale